Prossimi Appuntamenti

  • S'informano i colleghi allenatori che hanno già eseguito i primi due moduli che a breve saranno pubblicate le date e i luoghi di svolgimento del TERZO e ultimo modulo di aggiornamento obbligatorio.

  • Sarà consegnata agli allenatori associati AIAC 2016 che parteciperanno ai prossimi corsi di aggiornamento territoriali relativi al Terzo Modulo (ultime 5 ore) la Pen drive in foto contenente le slides di tutti e tre gli aggiornamenti effettuati

Articoli

Stampa

Programma del Presidente

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Programma condiviso dal gruppo “Nuova AIAC CALABRIA”

Un’associazione come l’AIAC non deve essere un concetto astratto, né un club ristretto per pochi attivisti, deve invece essere una palestra aperta a chiunque voglia dare il proprio contributo d’idee perché questa è una prerogativa di democrazia. E’ un pensiero che abbiamo sempre coltivato e che vorremmo fosse condiviso da tutti gli associati. Per questo sarà creata anche una sezione nel sito ufficiale che contenga segnalazioni, idee, proposte, magari critiche, dirette sia al Presidente che al Consiglio Direttivo, in modo che ci sia una reale conoscenza dei problemi e che gli stessi possano essere messi all’attenzione di tutti. Ci impegneremo affinché questa voglia di apertura e trasparenza e questo desiderio di partecipazione e di rinnovamento, si esaltino in ogni associato, considerato come parte vitale dell’AIAC CALABRIA. Siamo consapevoli che tutti coloro che assumeranno cariche all’interno del Gruppo Calabria, dovranno sacrificare tempo ed energie per il bene dell’Associazione. Per questo abbiamo deciso di condividere tutti insieme questo proposito con la serenità e la consapevolezza di dover rinunciare all'incarico, nel caso non si riesca a garantire tale sforzo perché gravato da altri impegni. Il nostro progetto è dunque aperto, in attesa di: aggiunte, precisazioni, aggiornamenti, questioni nuove che magari oggi ancora non si conoscono. In inglese si direbbe work in progress. Ed è bene che sia così, perché il calcio è un’evoluzione continua, perché non è onesto chi dice di sapere già tutto, perché la collaborazione, lo scambio di visioni e l’invenzione di soluzioni non hanno limiti. Quello che segue sono i progetti, le idee, i suggerimenti per cambiare visione e riconoscere che un cambiamento è possibile. A tal proposito calzano a pennello sia le ultime modifiche all’art 40 decretate dalla LND con le quali viene introdotta la nuova qualifica di “allenatore dilettante”, con la quale si potrà allenare le squadre di prima, seconda, terza categoria e juniores regionali; che l’entrata in vigore della norma UEFA secondo la quale ogni allenatore ha l’obbligo di frequentare 15 ore di aggiornamento triennali a pena il ritiro del patentino.  Punti salienti della nostra attività saranno:

  1. Riorganizzazione strutture Regionali e Provinciali 
  2. Sede AIAC Calabria
  3. Aggiornamenti 
  4. Tutela degli allenatori
  5. Gestione corsi a livello periferico
  6. Allestimento nuovo portale internet
  7. Istituzione premio ”allenatore dell’anno”
  8. Convezione per accrediti con società professioniste 
  9. Corsi di primo soccorso

 

Riorganizzazione strutture Regionali e Provinciali 

Ereditiamo una gestione di governo monocratico con le ovvie conseguenze negative. Si sa bene che senza confronto non ci può essere crescita. Nella nostra idea di assoallenatori Calabria sarà il Consiglio Direttivo l’unico Organo di governo titolato a prendere decisioni, sarà formato dai soli presidenti provinciali regolarmente eletti e dai componenti l’Ufficio di Presidenza costituito a sua volta dal presidente regionale e da due vice presidenti, verrà garantita inoltre, nello stesso organismo, la rappresentanza a tutte le categorie calcio a 11, calcio a 5 e calcio femminile. Al fine di rendere operativa l’intera struttura organizzativa su tutto il territorio regionale, costituiremo il seguente Organigramma: 

 

 

Sede AIAC CALABRIA

Cercheremo di reperire un locale da adibire a sede dell’AIAC Calabria, possibilmente

presso il CR Calabria sede Istituzionale di fatto, in considerazione anche di un nuovo spirito di collaborazione con la stessa LND, al fine di rendere disponibile a tutti gli associati la visione e/o il ritiro del materiale inviato dall’AIAC Nazionale.

 

Aggiornamenti

Organizzazione di aggiornamenti tecnici di alto spessore in tutte le provincie ed organizzazione di un evento di rilevanza nazionale, della durata di più giorni. L’obiettvo è quello di coinvolgere, in Calabria, i colleghi di altre regioni. Chiederemo il supporto di Sponsor,  Istituzioni locali, sfruttando i rapporti con i titolari dei siti più cliccati dagli allenatori per la pubblicità sul territorio nazionale.

 

Tutela degli allenatori

La pietra basilare dell’assoallenatori è quanto previsto dall’art. 2 dello Statuto che riguarda appunto la tutela degli interessi sportivi, professionali, morali ed economici degli allenatori di calcio. Va riconosciuto che molto è stato fatto sotto la guida del Presidente Nazionale Ulivieri: la non iscrizione ai campionati delle società inadempienti alle decisioni del Collegio Arbitrale, l’istituzione del fondo di solidarietà e l’assicurazione gratuita ai tecnici associati e tesserati per le varie società. Uno sforzo comune va fatto al fine di redimere i fenomeni relativi all’abusivismo e ai prestanome. Sui primi è indubbio che una collaborazione più energica con la LND possa dare da subito buoni risultati. Per i secondi ci impegneremo per migliorare la deontologia e la cultura generale della nostra categoria, causa principale di tali fenomeni negativi.  

 

Gestione corsi allenatori a livello periferico

I corsi organizzati dall’ AIAC saranno gestiti dai gruppi provinciali. Il gruppo Regionale si occuperà del buon andamento e della rappresentanza. Le eventuali somme risparmiate da un’oculata gestione rimarranno in cassa ai gruppi provinciali organizzatori del Corso per le attività degli stessi. I corsi saranno organizzati a turno in tutte le province.

 

 

 

 

Allestimento nuovo portale internet

Verrà ripresa l’attività sul sito ufficiale. Coinvolgeremo webmaster professionisti per un restyling totale e per rendere il sito produttivo. Cercheremo di fare accordi per sponsorizzazioni con l’inserimento di banner e/o proposte commerciali da parte delle ditte interessate. Sarà creata un’area riservata ai soli associati da dove poter scaricare gli articoli e video messi a disposizione dall’AIAC Nazionale.

 

Istituzione premio ”allenatore dell’anno”

In collaborazione con il CR Calabria FIGC-LND e le Istituzioni locali, verrà istituito il premio “Allenatore dell’anno”. Verranno premiati gli allenatori che si sono distinti nei vari campionati regionali. Tale premio potrebbe essere offerto, ad esempio, da uno Sponsor tecnico.

Con l’eventuale cooperazione dell’AIA, i punteggi verranno assegnati anche dagli arbitri nelle gare ufficiali aggiungendo, al referto di gara, un modello pre-stampato all’uopo predisposto per i soli giudizi sull’allenatore in panchina. 

Si ottengono così due risultati: la possibilità di organizzare un evento prestigioso per la premiazione dei tecnici e la maggiore attenzione da parte degli arbitri sulla regolarità degli allenatori seduti in panchina.

 

Convezione ed accrediti con società professioniste

Cercheremo di sottoscrivere degli accordi con le società professionistiche della nostra regione, per usufruire di un numero ragionevole di accrediti ad ogni gara interna, da assegnare ai nostri associati.

 

Corsi di primo soccorso

Considerata la carente presenza di figure sanitarie nelle società calabresi, e visto che tale materia è stata inserita nei corsi per allenatore di base UEFA  B , organizzeremo con personale sanitario specializzato degli incontri di aggiornamento anche per quanto riguarda il primo soccorso.

 

Conclusioni

L’obiettivo del nostro gruppo dirigente è quello di creare una squadra radicata e coesa sul territorio regionale disposta a dedicare del tempo a titolo gratuito in favore dell’AIAC Calabria, con la consapevolezza che alzando la qualità professionale, deontologica e morale dell’allenatore si migliora il livello qualitativo del calcio calabrese.

Per ottenere i risultati auspicati, bisogna incrementare e di molto il numero degli associati rafforzando la nostra posizione anche in seno all’AIAC Nazionale.

L’obiettivo che ci prefissiamo per il nostro gruppo, è quello di superare la quota di 500 associati coinvolgendo i tecnici calabresi ad una maggiore partecipazione della vita associativa.

I sottoscritti associati condividono il programma esposto e chiedono formale riscontro, ognuno per la propria candidatura, alle elezioni del 30 luglio 2012

Lamezia Terme li, 24 luglio 2012